5 cose alternative da fare a Praga

Vi portiamo a Praga, capitale della Repubblica Ceca, fuori dai soliti giri

Per la nostra rubrica “Strade diverse”, come ormai sapete dedicata all’esplorazione delle città del mondo fuori dai soliti giri turistici, oggi vi portiamo a Praga, capitale della Repubblica Ceca e gioiello boemo dell’Europa Centrale. Famosa soprattutto per il Ponte Carlo, il Castello, la birra e Franz Kafka, questa città offre molto di più e di più autentico. Ma è d’obbligo studiare il ceco con Assimil!

Un concerto all’Atrium
Un’ex chiesa costruita nel 1719, una capacità di 100 persone e concerti tenuti da musicisti che suonano soprattutto nelle celebri venues del centro città, dove un biglietto lo si paga caro, questa è la sala concerti Atrium, nel quartiere di Zizkov. Oltre a concerti di musica da camere di estrema qualità a prezzi accessibilissimi (qualcuno dice approssimativamente al prezzo di un Big Mac!), in un’atmosfera accogliente, l’edificio viene utilizzato anche come spazio espositivo, mantenendo sempre quel tuo valore spirituale.

Il Parco Vojanovy Sady

Praga è una città ricchissima di parchi e giardini. Visto uno, visti tutti? Assolutamente no, ogni piccolo o grande polmone verde della città regala infatti un’atmosfera propria. Il più esteso parco di Praga è lo Stromovka, che offre qualsiasi cosa possiate desiderare da un grande parco nel cuore di una capitale europea. Insieme al Riegrovy Sady è il più famoso e quindi il più frequentato dai turisti, ecco perché vi consigliamo una tappa al Vojanovy Sady, il più antico parco di Praga datato 1248 e nato come frutteto. Pur trovandosi vicino ai punti turistici della città, questo giardino è un gioiello nascosto molto amato dai locali e poco conosciuto dai viaggiatori. Curato, tranquillo e rilassante, il Vojanovy Sady regala dettagli che potrebbero sorprendervi, primo fra tutti i suoi pavoni. Proprio così, ce ne sono alcuni nei dintorni della fontana nella zona posteriore del parco.

Il lungofiume Náplavka
Se conoscete e amate i Murazzi di Torino, il lungofiume Náplavka è la tappa che fa per voi. È il tratto situato sotto il ponte Jiráskův, dove si trovano numerosi bar e ristoranti. È molto popolare tra i cittadini di Praga, che con i primi giorni di caldo si danno appuntamento qui per una passeggiata — a piedi o sui pattini — o un giro in bicicletta o una birra e dell’ottima musica dal vivo. Qui ci si rilassa davvero, si lasciano andare i pensieri nella brezza e si gode la condivisione di un’atmosfera “hip” e “cool”.

Il quartiere hipster di Holesovice

www.dox.cz

© www.dox.cz

Holesovice sta a Praga come Kreuzberg sta a Berlino. Ci si arriva camminando verso nord dai giardini di Letna, in questo quartiere hipster dove i suoi residenti amano vagare per le vie, rilassarsi in un café o scoprire nuovi negozi di design. A conferma della bellezza della città dovuta agli edifici Art Deco e Art Nouveau, Holesovice ospita l’edificio della fiera che vale la pena vedere anche solo dall’esterno. Se visitate la città a luglio o agosto, non perdete lo street food market della domenica: una decina di furgoncini vendono specialità gastronomiche all’interno del cortile de Cross Club, un eccentrico club streampunk. Luogo di ritrovo sotto la luce dei riflettori è il centro per l’arte contemporanea Dox, una tappa imperdibile.

Il bunker antiatomico sotto l’Hotel Jalta
L’Hotel Jalta è un cinque stelle situato in Václavské nám, costruito nell’epoca socialista per essere destinato ai visitatori internazionali. Come per i fratelli Rossiya a Mosca e Kyiev a Bratislava, si dice che questi hotel socialisti nascondessero segreti come microfoni e videocamere di sorveglianza in ogni stanza. Ma il segreto più sensazionale lo nasconde proprio lo Jalta: un bunker antiatomico di tre piani per 160 persone costruito nei suoi sotterranei. Collegato alla periferia di Praga tramite tunnel — da utilizzare in caso di attacchi nucleari — il bunker era pensato per sopravviverci due settimane. Oggi — dopo l’acquisto dell’hotel da parte di un investitore appassionato di storia — il bunker è visitabile con una guida turistica al prezzo di 150 CZK (circa 5,50 euro): cimeli socialisti, documenti, attrezzature di sorveglianza… sotto all’atrio lussuoso dell’hotel, vi potete immergere nell’oscuro passato della Praga del dopoguerra.

VIDEO
RECENSIONI

Fabio Enrico

Sono arrivato a Parigi, senza conoscere una sola parola di Francese. Assimil Book è il miglior libro attualmente sul mercato, mi ha permesso davvero di raggiungere un livello B2, semplicemente dedicando dieci minuti al giorno. E ora inizieró quello di Tedesco!

Alessandro Zangrilli

Sono un “assimilista” di vecchia data e ancora ricordo il tempo, nemmeno troppo lontano, in cui per chi volesse imparare una lingua diversa dalle solite (inglese, francese, tedesco e spagnolo) c’era solo Assimil che a Roma trovavo alla Feltrinelli di P.zza della Repubblica. Oggi con Internet sembra tutto più accessibile ma, a mio avviso, i corsi Assimil rimangono ancora ineguagliabili…

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sui temi e le curiosità legati al mondo delle lingue

I PIÙ LETTI