Dimmi che suffisso hai e ti dirò chi sei

In Gran Bretagna i nomi di moltissimi luoghi portano con sé la loro storia

Dai nomi dei luoghi si può capire molto di un Paese.

La Gran Bretagna è stata “visitata” da numerose etnie nel corso della sua storia e, dunque, non stupisce che la toponomastica inglese sia particolarmente ricca. Se prendiamo in considerazione i suffissi, -ham significa prato in frisone, (Cosham, il prato di Cos) e -chester (Winchester, Dorchester) deriva da castra, che in latino vuol dire campo fortificato. Da questa poi è derivata la parola castle, ma le parole di sicura derivazione latina nell’inglese moderno sono tante come artist, station, cathedral e university.

Le coste della Cornovaglia

Nel nord del Paese, più volte invaso dai Vichinghi, molti toponimi terminano in -thorpe (Scunthorpe, Harlthorpe), la parola per villaggio in norreno antico. Capite ora come un semplice giro per la Gran Bretagna possa lasciarvi veramente… spaesati!? (Notate peraltro che questi suffissi, essendo a fine parola, non sono mai accentati).

Di origine celtica invece la Cornovaglia, Cornwall (foto sopra),  lo “stivale” della Gran Bretagna. È una contea con una forte identità regionale, quella di un Paese, per l’appunto, celtico e fiero di esserlo. Le somiglianze con la Bretagna sono sorprendenti, non fosse che per i toponimi. Per esempio, Land’s End, la località più a sud del Paese, significa la fine della terra e richiama il bretone “Finistère”. Grazie al suo paesaggio impervio e magnifico e alle sue numerose spiagge, la Cornovaglia è un’importante meta turistica.

VIDEO
RECENSIONI

Fabio Enrico

Sono arrivato a Parigi, senza conoscere una sola parola di Francese. Assimil Book è il miglior libro attualmente sul mercato, mi ha permesso davvero di raggiungere un livello B2, semplicemente dedicando dieci minuti al giorno. E ora inizieró quello di Tedesco!

Alessandro Zangrilli

Sono un “assimilista” di vecchia data e ancora ricordo il tempo, nemmeno troppo lontano, in cui per chi volesse imparare una lingua diversa dalle solite (inglese, francese, tedesco e spagnolo) c’era solo Assimil che a Roma trovavo alla Feltrinelli di P.zza della Repubblica. Oggi con Internet sembra tutto più accessibile ma, a mio avviso, i corsi Assimil rimangono ancora ineguagliabili…

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sui temi e le curiosità legati al mondo delle lingue

I PIÙ LETTI