Il brasiliano è come lo spagnolo, ma deve finire con “oeoo” “oeoo”

Per farvi capire cosa “non” è conoscere una lingua… strappandovi sicuramente un sorriso

Ho visto cose che voi umani… ho visto girare in redazione il nuovo corso di Portoghese brasiliano.

Il primo pensiero mi ha riportato a un vecchio film con Diego Abatantuono, “Il barbiere di Rio”. Non ho intenzione di raccontarvi nulla perché se non lo avete visto ve lo consiglio. Non si tratta certo di una pietra miliare del cinema, ma sicuramente sarà in grado di farvi sorridere e, in alcuni momenti, riflettere.

Vi dico solo che ci troviamo davanti al classico personaggio italiano che parte per il Brasile e pensando che “Il brasiliano è come lo spagnolo, ma deve finire con ‘oeoo’ ‘oeoo'” si imbarca in un’avventura tragicomica.

Anche se il Portoghese è una lingua figlia del latino volgare, per noi italiani non è tra le più semplici. Sicuramente siamo più vicini allo spagnolo, forse perché apparentemente più simile all’italiano… ma non all’Abatantuono.

VI segnalo questo video, cosi capirete quello che per me non è conoscere una lingua, ma sicuramente mi strappa ogni volta un sorriso.

Luca, l’uomo della strada

ps. Grazie a Diego Abatantuono per la “partecipazione”!

VIDEO
RECENSIONI

l.castrogiovanni@campus.unimib.it

Ho ormai finito da qualche giorno il metodo di greco moderno che proponete in catalogo. Ho seguito il corso nella sua interezza, compreso di supporto audio che ho potuto facilmente trasferire sul mio cellulare in modo tale da avere sempre a portata di mano le lezioni. Devo dire di avere ottenuto notevoli risultati in poco tempo: tutti i miei amici greci sono rimasti stupiti, mentre quelli che non mi conoscevano mi hanno scambiato addirittura per un greco inizialmente. Per questo vi ringrazio di cuore del lavoro svolto su questo manuale, che consiglio vivamente a tutti i miei amici!

Fabio Enrico

Sono arrivato a Parigi, senza conoscere una sola parola di Francese. Assimil Book è il miglior libro attualmente sul mercato, mi ha permesso davvero di raggiungere un livello B2, semplicemente dedicando dieci minuti al giorno. E ora inizieró quello di Tedesco!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sui temi e le curiosità legati al mondo delle lingue

I PIÙ LETTI