FYI: acronimi inglesi da imparare ASAP

Il business english è una giungla di acronimi: scopriamoli insieme

Chiunque si trovi abitualmente a lavorare con corrispondenti all’estero sa benissimo che le conversazioni business sono infarcite di acronimi inglesi, sigle e abbreviazioni, che a un primo sguardo possono lasciare il lettore con un grande punto interrogativo sulla testa.

La lingua d’Oltremanica è già di per sé particolarmente sintetica rispetto all’italiano. Per quale motivo, quindi, utilizzare gli acronimi inglesi?

Non è per paura di consumare i polpastrelli digitando sulla tastiera: spesso sono i ritmi di lavoro sempre più veloci e frenetici, l’utilizzo di chat e mail nelle comunicazioni e l’abitudine al multitasking a imporci di semplificare il linguaggio, riducendo all’osso l’utilizzo di parole e caratteri.

Alcuni acronimi inglesi vengono addirittura utilizzati anche nel linguaggio parlato, e spesso anche in Italia: si tratta di veri e propri neologismi che entrano prepotentemente nell’uso comune in tutto il mondo.

Capita sempre più spesso, in caso di consegne o progetti da terminare urgentemente, di sentirsi dire “Questo documento va preparato ASAP” (as soon as possible), causando spesso al destinatario ben più di qualche perplessità.

Gli esempi come questo sono tantissimi. Come imparare a districarsi, quindi, nel vasto mondo degli acronimi che hanno ormai colonizzato stabilmente il business english? Ecco qualche hint per non lasciarsi intimorire!

FYI

“For your interest” – per tua conoscenza/interesse.

Questo acronimo si utilizza, in genere nelle mail, per inoltrare una comunicazione ricevuta allo specifico destinatario o a chiunque possa essere interessato alle informazioni contenute al suo interno.

Se ricevi una mail contenente questo acronimo, leggine attentamente il contenuto, perchè molto probabilmente ti riguarda o è di tuo interesse!

ASAP

“As soon as possible” – il prima possibile.

Questo è sicuramente uno degli acronimi più temuti dai lavoratori, soprattutto quelli con la tendenza a procrastinare. Se in una mail o in una riunione ti chiedono di completare un lavoro ASAP, metti le ali ai piedi: sei già in ritardo!

BRB

“Be right back” – torno subito

Capita a tutti, in una conversazione via chat, di doversi assentare un attimo per svolgere un’attività urgente per qualche minuto. Utilizzando BRB apparirai educato e professionale, invitando il destinatario ad attendere il tuo ritorno a brevissimo.

FAQ

“Frequently Asked Question” – domande frequenti

Le FAQ si sono ormai estese a siti web e portali di ogni tipo: la ricerca di risposte sempre più immediate a ogni genere di domanda su prodotti e servizi ha contribuito, in ambito digitale, alla diffusione sempre maggiore di queste sezioni, al punto di aver originato un acronimo apposito. Se sei in cerca di nuovi fornitori o servizi utili al tuo lavoro e hai qualche dubbio, cerca la sezione FAQ: sarai (quasi) sicuro di trovare la risposta a quello che stai cercando!

BTW

“By the way” – a proposito

Gli inglesi utilizzano molto spesso questo acronimo, soprattutto nelle comunicazioni di lavoro più informali. BTW si utilizza esattamente come il nostro “a proposito”, per collegare due frasi riferite allo stesso concetto.

CEO

“Chief Executive Officer”

Gli organigrammi aziendali in inglese sono, a primo impatto, complessi da comprendere: alcune posizioni lavorative non sono sempre traducibili in modo letterale e spesso questo crea confusioni. In genere, la posizione manageriale più rilevante in azienda è il CEO, l’equivalente inglese del nostro amministratore delegato.

KPI

“Key performance indicator”

Sul lavoro, si sa, la performance è tutto. In alcuni lavori potresti trovarti a dover misurare queste performance attraverso degli indicatori: la parola KPI diventerà dunque il tuo pane quotidiano e parte integrante del tuo vocabolario inglese corrente.

TBA – TBC – TBD

“To be available – to be confirmed – to be defined” – In attesa di disponibilità/conferma/definizione

Non sempre il lavoro è fatto di tempi e decisioni certe. Capita spesso di dover presentare dei progetti in cui data, tempistiche o budget sono incerti. In questi casi, i tre acronimi TBA, TBC e TBD vengono in tuo aiuto, indicando in modo elegante il fatto che alcune informazioni non sono ancora a tua disposizione.

Terminiamo con una piccola curiosità: l’acronimo CC, in italiano “copia conoscenza”, che utilizziamo per mettere in copia nelle mail persone che non sono i destinatari diretti della comunicazione, si usa allo stesso modo in inglese. Tuttavia, il significato letterale dell’acronimo inglese è diverso e corrisponde a “Carbon copy” – copia carbone.

Utilizzati molto frequentemente dai lavoratori di tutto il mondo, questi acronimi inglesi saranno di grande aiuto nella tua vita professionale.

Ricordati, però, che per avere contatti lavorativi con l’estero è necessario padroneggiare la lingua esprimendosi con sicurezza e decisione. Con il metodo Assimil imparerai e migliorerai il tuo inglese scritto e parlato in men che non si dica, in modo naturale e progressivo, e potrai dare alla tua carriera la svolta decisa che stai aspettando!

VIDEO
RECENSIONI

l.castrogiovanni@campus.unimib.it

Ho ormai finito da qualche giorno il metodo di greco moderno che proponete in catalogo. Ho seguito il corso nella sua interezza, compreso di supporto audio che ho potuto facilmente trasferire sul mio cellulare in modo tale da avere sempre a portata di mano le lezioni. Devo dire di avere ottenuto notevoli risultati in poco tempo: tutti i miei amici greci sono rimasti stupiti, mentre quelli che non mi conoscevano mi hanno scambiato addirittura per un greco inizialmente. Per questo vi ringrazio di cuore del lavoro svolto su questo manuale, che consiglio vivamente a tutti i miei amici!

Fabio Enrico

Sono arrivato a Parigi, senza conoscere una sola parola di Francese. Assimil Book è il miglior libro attualmente sul mercato, mi ha permesso davvero di raggiungere un livello B2, semplicemente dedicando dieci minuti al giorno. E ora inizieró quello di Tedesco!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta aggiornato sui temi e le curiosità legati al mondo delle lingue

I PIÙ LETTI